L’inverno del mondo

inverno del mondo di Ken FollettL’inverno del mondo è la seconda parte della triologia Century di Ken Follett .

Dopo aver raccontato gli anni a cavallo della prima guerra mondiale con ‘la caduta dei giganti‘ (bellissimo) adesso con gli stessi protagonisti e la generazione successiva racconta la seconda guerra mondiale, dando una finestra inconsueta dei fatti politici che più hanno caratterizzato il novecento europeo e l’inghilterra in particolare.

Nella concezione di Follett, che già abbiamo visto in altri lavori, sono pochi uomini e donne a determinare il cammino della storia. Personaggi carichi di personalità e carattere che nel bene e nel male sanno indirizzare non solo la propria vita, ma quella di un intera nazione.

Capacità, cultura, spirito di iniziativa ed intraprendenza che vengono trasmesse quasi inderogabilmente ai figli che occuperanno i posti di potere con estrema semplicità.

Ma seguendo le vite dei personaggi che Follett piazza nei punti critici possiamo seguire la storia reale da un punto di vista molto diverso dai testi scolastici, ma ugualmente e più istruttivo.

L’ascesa di Hitler in una Germania in difficoltà economiche, la titubanza fatale degli stati europei che aiuta la diffusione del fascismo, i metodi spietati delle S.S. e le tragedie delle guerre civili ed europee vengono inserite nella quotidianeità tutt’altro che piatta dei protagonisti.

Il punto di vista di inglesi, russi, tedeschi ed americani viene reso senza prendere le parti di nessuno, ma attribuendo ad ognuno un comportamento adeguato alla sua conoscenza di ciò che stava succedendo nel mondo. Non si possono colpevolizzare i soldati tedeschi e russi mandati ad uccidersi l’un l’altro da leader autoritari la cui unica missione era di impadronirsi dell’europa. Soffrono e muoiono entrambi ed alle loro sofferenze viene attribuita la stessa importanza.

E’ un libro pieno di eroi e di combattenti, ma dall’altra parte non ci sono nemici, ma altri eroi.

Il ruolo delle spie è comunque quello che più mi ha appassionato nel libro e che movimenta un po’ l’azione tra amori e legami familiari.

Finito di leggere l’inverno del mondo rimani soddisfatto del perfetto mix di storia e romanzo e ti rimane un solo dubbio: quale sarà il periodo storico analizzato nella terza parte di Century ?

— un paragrafo significativo —

Nutley Street era invasa dalle fiamme. La Luftwaffe sganciava contemporaneamente bombe incendiarie ed esplosivi ad alto potenziale. Erano le fiamme a fare i danni peggiori, ma gli esplosivi ad alto potenziale contribuivano a diffondere l’incendio facendo scoppiare le finestre e ventilando le fiamme.

Daisy fermò l’ambulanza con uno stridore di gomme e si misero subito tutti quanti al lavoro.

I feriti meno gravi furono accompagnati al punto di soccorso più vicino, invece quelli più gravi venivano trasportati al St Bart’s o al London Hospital a Whitechapel. Daisy faceva un viaggio dopo l’altro. Quando scese il buio accese i fari. Secondo le regole dell’oscuramento erano schermati, con solo una fessura di luce, anche se sembrava una precauzione superflua visto che tutta Londra bruciava come un enorme falò.

I bombardamenti continuarono fino all’alba. In pieno giorno i bombardieri erano troppo vulnerabili e rischiavano di essere abbattuti dai caccia pilotati da Boy e dai suoi compagni, quindi i raid aerei si interrompevano. Mentre la luce fredda e grigia inondava le macerie, Daisy e Naomi tornarono a Nutley Street per assicurarsi che non ci fossero altre vittime da portare in ospedale.

Si sedettero esauste sui resti di un muretto di un giardino. Daisy si tolse l’elmetto. Era sporca da far schifo e distrutta. “Chissà cosa penserebbero di me le ragazze dello Yacht Club di Buffalo se mi vedessero in questo stato” pensò; poi si accorse che non le importava più molto cosa pensassero.

 L’INVERNO DEL MONDO

MONDADORI

L’INVERNO DEL MONDO – SECONDO LIBRO DELLA TRILOGIA THE CENTURY Vol.2 – FOLLETT KEN – MONDADORI

21,25 EURO

 

L’inverno del mondo ultima modifica: 2013-01-20T16:15:43+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Curiosa iniziativa di Italo Treno ed occasione imperdibile per incontrare di persona Ken Follett, sia
Si conclude con I giorni dell'eternità la trilogia di romanzi di Ken Follett dedicati alla
James Patterson è considerato uno dei più importanti autori di thriller del nostro tempo, si
I romanzi di Ken Follett abitualmente sono molto arzigogolati, con le vite dei personaggi che
Nell'intreccio narrativo tipico di Follett il personaggio che emerge sopra gli altri protagonisti è Caris

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?