Libri, DVD, ebook, ereader

Nelle mani giuste

Nelle mani giuste - Giancarlo de Cataldo

I primi anni ’90 sono molto difficili per l’Italia. L’inchiesta Mani Pulite ha sconvolto la politica del paese ed ha intaccato la sicurezza dei cittadini. C’è bisogno di rinnovare tutta la classe politica italiana e non si sa bene in quale direzione il popolo sia orientato.

La politica però non può semplicemente attendere di vedere come andranno le cose. Si deve riorganizzare prima per imporsi.

La mafia siciliana ha lo stesso problema. In fondo per portare avanti i loro affari hanno bisogno di una stabilità politica di riferimento, un interlocutore.

Quindi alcuni alti funzionari portano avanti, non ufficialmente, una trattativa Stato-Mafia in cui la mafia decide di rafforzare la propria capacità di negoziazione inaugurando un periodo di attantati con auto-boma che fanno parte della tragica storia del nostro paese.

In questi affari a livello alto, di macroeconomia e macropolitica, si inseriscono persone che non sono del tutto padrone del loro destino.

Innanzitutto c’è Patrizia, fragile ex-prostituta e compagna di Stalin Rossetti e del commissario Scialoja, tra cui dovrà fare una scelta sentimentale. Rossetti e Sialoja sono due creature del grande Vecchio, ed ora che lui non c’è più si contendono le carte con cui si può tenere in pugno l’Italia. Entrambi tramano con il mafioso Angelino Lo Mastro che fa il doppio gioco, attendendo chi dei due farà i migliori passi in avanti.

C’è Pino Marino, tuttofare di Rossetti, ma dall’animo gentile ed artistico che vorrebbe una vita diversa e che vuole a tutti i costi recuperare Valeria dalle ombre dell’eroina.

C’è Maya, donna forte ed intelligente, ma che per amore ha scelto di vivere all’ombra di Ilio a cui ha lasciato l’azienda del padre.

C’è Ilio, incapace di sottrarsi alle lusinghe della mafia.

Mentre Stato e Mafia tramano per decidere il futuro del paese, ci sono persone che ignare di ciò tentano di costruirsi il loro futurro, non sapendo quanto in verità la politica influisce nella loro vita.

Rileggere oggi questo romanzo avendo la memoria di quello che successe negli anni ’90 è molto istruttivo, si riescono ancora oggi a fare i collegamenti con la realtà. Per chi quegli anni non li ha vissuti è l’ora di imparare un po’ di storia contemporanea.

Un paragrafo particolare per Nelle mani giuste

Scialoja aveva incontrato un mafioso elegante e poi, subito dopo, un politicante comunista. Viaggio fra due poteri, dunque. Quello antico e vacillante dei siculi e quello dei nuovi padroni. Se due piú due fa quattro, aveva riflettuto Stalin Rossetti, il business era la sicurezza. Logico. Lo Stato, percosso dall’offensiva della Cosa nostra, corre ai ripari. E si affida al dottor Nicola Scialoja. Ah, ah! Che ridere! Il mafioso elegante non poteva che essere Angelino Lo Mastro. Stalin lo aveva conosciuto, anni prima, nelle vesti di sottopanza dello zu’ Cosimo. Era evidente che Angelino aveva fatto carriera. In altri tempi, per giungere a un accordo, gli sarebbe bastato spendere il nome del Vecchio. Il Vecchio godeva di massimo rispetto presso chi contava oltre lo Stretto. In altri tempi, appunto. Adesso, solo per ottenere che Angelino accondiscendesse a un misero incontro interlocutorio, aveva dovuto implorare e piatire in nome dell’antica amicizia. Ovvio. Lui non era piú il delfino del Vecchio. Lui non era piú nessuno. E per convincere i mafiosi a dargli credito, non aveva che una strada. Offrire qualcosa in cambio. Ma il coniglio dal cappello l’avrebbe tirato fuori al momento opportuno. Prima doveva dare una strizzatina al fichetto che sembrava uscito da un dépliant del made in Italy. Cosí, tanto per ricordargli con chi aveva a che fare.

La presentazione ufficiale per Nelle mani giuste

Dall’autore di Romanzo criminale un nuovo romanzo-affresco che getta una luce nera sull’epoca in cui siamo tuttora immersi. L’epoca segnata dalle stragi di mafia. Sotto il segno della convenienza, persone diverse, con progetti diversi, si ritrovano a essere le pedine di un disegno folle. O forse no. Si tratta di consegnare l’Italia nelle mani giuste. Delitti e passioni si intrecciano con bombe e affari. Una donna che doveva solo tradire trova il coraggio di amare. Mentre le vite e i destini si consumano, e la speranza si rifugia nel cuore stesso dell’inferno. In seguito, per quanto cercasse di frugare nella memoria, ripercorrendo passo passo i momenti di quella conversazione che non avrebbe esitato a definire “surreale”, in seguito Stalin Rossetti non sarebbe mai riuscito a determinare con esattezza la paternità dell’idea. Era stato lui a suggerirla o il mafioso? O ci erano arrivati insieme, ragionando con diligenza matematica sui pochi elementi di valutazione dei quali disponevano? O era stata la disperazione a impossessarsi delle loro menti? Sta di fatto che a un certo punto l’idea si materializzò. Aveva la forma inconfondibile della Torre di Pisa. Il riflesso cangiante della Cupola di San Pietro nelle meravigliose ottobrate romane. L’eleganza composta e distaccata della Loggia de’ Lanzi. Aveva il volto desiderabile della pura bellezza. Era la bellezza. La bellezza rovinata. La bellezza corrotta. Era l’Italia, in fondo.

Nelle mani giuste - Giancarlo de Cataldo

Vuoi leggere questo libro? Compralo online su IBS.IT Basta cliccare sulla copertina per arrivare alla migliore offerta, ebook o cartaceo

Nelle mani giuste ultima modifica: 2020-04-14T10:15:07+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Cocaina

Tre racconti su un tema specifico, la cocaina, scritti da tre dei maestri della narrativa Read more

Quasi per caso

Mi piace molto il romanzo di ambientazione storica. Mentre si legge si ha una doppia Read more

Suburra

Se avete amato Romanzo criminale non potete perdervi Suburra . Sono passati gli anni e Read more

Giochi criminali

Prendi 4 tra i migliori autori italiani e sfidali a scrivere il racconto migliore. I Read more

Io sono il libanese

  Romanzo Criminale è forse il più bel testo che ho letto negli ultimi anni. Read more

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?

I dati inseriti servono esclusivamente per poter pubblicare il tuo commento. Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.