Grido di guerra

grido di guerra di Wilbur Smith

Leon Courteney è un impavido guerriero, abituato a combattere nella jungla con nemici ed animali, un avventuriero alla ricerca di tesori, un abile stratega militare.

Così lo abbiamo conosciuto nei romanzi precedenti e saperlo protagonista in un romanzo intitolato Grido di guerra fra presagire una storia d’azione e coraggiose quanto rischiose azioni in campo nemico.
In realtà, con tanta delusione, Grido di guerra è un romanzetto rosa, scritto anche in modo superficiale.

Protagonista in realtà la la figlia di Leon, Saffron, ricca e viziata ragazzina che affronta la sua adolescenza tra mille opportunità e agi e che si prende tutto ciò che desidera, convinta che le sia dovuto per chissà quale diritto di nascita (che per inciso è la ricchezza derivante da atti di pirateria paterna).

La ragazza viene descritta come una novella dea in terra, capace in ogni sport, abile in ogni situazione, intelligente superiore, indirizzata verso le migliori scuole ed opportunità della classe benestante britannica.

Durante i suoi studi a Oxford, in un clima teso tra Inghilterra e Germania, si innamora di un rampollo della classe benestante tedesca, Gerhald, altrettanto farcito di superbia e possibilità economica, e come nei peggiori romanzetti rosa, naturalmente si innamorano ma vengono irrimediabilmente divisi da un fato contrario che non vuole riconoscere il loro supremo diritto a stare insieme.

In mezzo alla loro tormentata storia d’amore lo scoppio della seconda guerra mondiale, che li vedrà arruolati nelle fazioni avverse, in cui naturalmente eccellono per il loro amor di patria e la loro capacità bellica.

In tutto il libro l’unica parentesi interessante è la descrizione di come Gerhald viene pian piano avvicinato ed ammaliato dalle idee naziste, a cui oppone un bando rifiuto iniziale, per poi arrendersi a trarne i vantaggi, come da qualsiasi altro aspetto della sua vita.

Dopo aver letto questo libro della serie Courtney e la mezza delusione derivante dall’ultimo romanzo della serie su Tata nell’antico Egitto, probabilmente accantono definitivamente Wilbur Smith, ormai giunto alla sua anzianità di servizio senza più idee valide.

— un paragrafo significativo —

Di ritorno da una missione, Gerhard sorvolava Kiev, passando sopra il Dnepr a un’altitudine di non più di trecento metri e scendendo a velocità costante, mentre si avvicinava con i compagni alla base aerea russa abbandonata che era la loro nuova casa.
Qualcosa attirò il suo sguardo mentre sfrecciava sopra una zona di terreno aperto ai margini della città. Sarebbe stato pronto a giurare di avere visto una lunga fila di donne, tutte completamente nude, fiancheggiate da uomini in uniforme, e poi un lungo fossato con qualcosa sul fondo. Era una catasta di corpi? Impossibile, vero?
Una volta atterrato, chiese a un paio di altri piloti se avessero visto qualcosa.
«Io no, amico», rispose Willi Kempen. «Forse era legato all’unità operativa delle SS che è arrivata qualche giorno fa. Ho saputo che avevano affisso dei manifesti che ordinavano a tutti i giudei di radunarsi nei pressi del cimitero alle otto di stamattina, portando denaro, documenti, indumenti pesanti. Si direbbe che stiano per mandarli da qualche parte.»
«Un paio di giorni fa ho sentito un maggiore dell’esercito discutere con uno di quei bastardi delle SS», raccontò Schrumpp.
«Ehi, Bertie, bada a come parli! Non sai che il fratello dell’aristocratico capitano della nostra squadriglia fa parte delle SS?»
«Verissimo», confermò Gerhard, «ma è anche un autentico bastardo.»

— la presentazione ufficiale —

Autunno 1938.

Dopo un breve periodo di pace incostante, il mondo intero è nuovamente di fronte all’abisso di un sanguinoso conflitto. Ma il cuore di Saffron Courteney è in tumulto per la guerra non meno devastante esplosa dentro di sé. Cresciuta nel Kenya coloniale degli anni ’20 sotto l’occhio attento del padre, Leon, imprenditore di successo oltre che famoso veterano della Grande guerra, Saffron Cour­teney ha avuto un’infanzia idillica, finché un evento drammatico l’ha costretta a maturare molto, forse troppo in fretta. È ormai una giovane donna testarda e indipendente quando il destino dà una nuova svolta inaspettata alla sua vita… L’uomo che ama disperatamente, per il quale ha rischiato uno scandalo e perso gli amici più cari, porta il nome di Gerhard von Meerbach, il cui fratello è un magnate della nascente industria automobilistica tedesca nonché membro attivo del partito nazista. Nella sua lotta per rimanere fedele a se stesso e ai propri ideali di giustizia e libertà, Gerhard sarà presto costretto a opporsi alle forze del male che hanno preso il sopravvento sulla sua nazione e la sua stessa famiglia, legata da uno scomodo segreto a quella dei Courteney. Scaraventata nell’occhio del ciclone della seconda guerra mondiale, anche Saffron si trova di fronte a scelte crudeli sul suo futuro, quello dei suoi cari e del suo Paese.Sullo sfondo dell’Europa dilaniata dal conflitto e della sublime bellezza dei paesaggi africani, Saffron e Gerhard assistono, entrambi in prima linea ma su fronti opposti, allo scontro tra i rispettivi mondi. Potrà il loro legame sopravvivere al capitolo più efferato della storia dell’uomo?

grido di guerra di Wilbur Smith

Ti piace questo libro? Vorresti leggerlo? Clicca sulla copertina e acquistalo online
Grido di guerra ultima modifica: 2019-02-06T18:31:42+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Tata, l'insostituibile consigliere di vari faraoni susseguitesi nella storia, inventato da Wilbur Smith, fedele alla
Il nuovo, attesissimo romanzo di Wilbur Smith sarà in libreria il 3 aprile, ma puoi
Un regalo da Longanesi per queste feste natalizie. Da oggi al 30 dicembre, potete scaricare
Hal è convinto di aver seppellito per sempre il suo peggiore avversario, l’Avvoltoio, responsabile dell’ingiusta
Taita è bello, dal fisico bello ed asciutto. Scattante, atletico, robusto e resistente alla fatica

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?

I dati inseriti servono esclusivamente per poter pubblicare il tuo commento. Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.