Triplo

triploI romanzi di Ken Follett abitualmente sono molto arzigogolati, con le vite dei personaggi che trovano il modo di intrecciarsi anche quando sono distanti geograficamente e socialmente.

Non deve aver fatto quindi un grande sforzo a creare le situazioni in cui tre spie di nazionalità diversa si rincorrono e si sfidano in lungo e largo per l’Europa.

Certo le casualità sono un po’ forzate, ma accade comunque in tutti i romanzi, ed i tre antagonisti si conoscono all’università dove formano oltre che la propria cultura le proprie convinzioni politiche.

Nat Dickstein, israeliano, diventa poi un uomo di punta del Mossad, a cui vengono affidate le missioni più difficili, un precursore di Mission Impossible.

L’incarico che gli viene affidato quale protagonista di Triplo e di riuscire ad impadronirsi di un grande quantitativo di uranio senza che possa essere attribuito il furto ad Israele, in modo da poter avviare indistrurbati la corsa all’armamento nucleare.

La tecnologia per costruire la bomba atomica infatti è alla portata di tutti. Più difficile avere il materiale radioattivo necessario, la cui gestione è estremamente controllata.  La scelta sarà quella di procurarsi il materiale ancora grezzo, da lavorare, ma questo non rende la missione più semplice.

A contrastarlo Rostov, ufficiale del Kgb che per ambizione di carriera decide di tornare personalmente sul campo in missione. L’ Unione Sovietica preferirebbe che la tensione politica del medio oriente resti sostanzialmente in equilibrio e se proprio deve avere una scossa che non sia a vantaggio di Israele.

Contro l’organizzazione personale di Nat, Rostov scende in campo con tutta la professionalità del KGB, possessore di strumenti e uomini in grado di affrontare qualsiasi missione. Ed anche più propenso alla violenza fisica.

Il terzo uomo, Yasif Hassan, capita quasi per caso nello scontro fra i due vecchi compagni di college, ma non ha nessuna intenzione di lasciar correre l’occasione di crescere nelle stime della sua organizzazione e segretamente di riacquistare gli antichi onori persi per colpa della guerra.

Un classico gioco di spie, spionaggio, controspionaggio e doppio gioco, elaborato e ricco di colpi di scena. Un romanzo ormai datato, è del 2002, ma la trama è avvincente e scorrevole.

— un paragrafo significativo —

«Tre mesifa, in Lussemburgo, ho incontrato un uomo che avevo conosciuto a Oxford, un ebreo di nome Dickstein. Si è rivelato essere un importante operativo del Mossad. Da allora lo tengo sotto sorveglianza,con l’aiuto dei russi, in particolare di un uomo del KGB che si chiama Rostov. Abbiamo scoperto che Dickstein progetta dirubare una spedizione di uranio, per consentire ai sionisti di costruirsi la bomba atomica.»
All’inizio Mahmoud si rifiutava di crederlo. Tempestò di domande Hassan:era valida l’informazione, quali erano esattamente le prove, chi poteva mentire, quali errori potevano essere stati commessi. Poi, a mano a mano che le risposte di Hassan acquistavano significato, emerse la verità, e Mahmoud diventò molto serio.
«Non è solo una minaccia per la causa palestinese. Queste bombe potrebbero devastare tutto il Medio Oriente.»
Era tipico di lui avere una visione di insieme degli avvenimenti, pensava Hassan.
«Cosa proponete di fare, tu e questo russo» domandò Mahmoud.
«Il piano è di fermare Dickstein e smascherare il complotto israeliano, dimostrando che i sionisti sono avventurieri senza legge. Non abbiamo ancora parlato dei dettagli. Ma ho una proposta alternativa.» Fece una pausa, cercando di trovare le parole adatte, poi disse d’impulso: «Penso che i fedayin dovrebbero rubare la nave, prima che ci arrivi Dickstein»

Triplo

Mondadori

8.07EUR

 

Triplo ultima modifica: 2012-10-20T20:31:13+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Curiosa iniziativa di Italo Treno ed occasione imperdibile per incontrare di persona Ken Follett, sia
Si conclude con I giorni dell'eternità la trilogia di romanzi di Ken Follett dedicati alla
James Patterson è considerato uno dei più importanti autori di thriller del nostro tempo, si
L'inverno del mondo è la seconda parte della triologia Century di Ken Follett . Dopo
Nell'intreccio narrativo tipico di Follett il personaggio che emerge sopra gli altri protagonisti è Caris

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?