Nobel per la letteratura 2013: Alice Munro

Le lune di Giove Alice MunroAlice Munro, 82 anni, canadese, è la vincitrice del premio Nobel per la Letteratura del 2013.

Considerata la più grande scrittrice vivente di racconti, paragonata a Cechov, per le sue storie intime e delicate, per lo studio psicologico di personaggi e di ambienti, dominati dall’introspezione e dalla simbologia.

Vincitrice più volte del maggior premio letterario canadese, il Governor General’s Award, lei stessa si dice incredula di aver vinto il Nobel, tanto che stava dormendo a casa al momento della proclamazione del riconoscimento.

Confesso che non conosco Alice, non ho letto nessuno dei suoi libri, per buona parte pubblicati anche in Italia.

Sicuramente perchè i suoi temi non sono le mia abituali letture: i problemi delle ragazze durante l’adolescenza, il loro rapporto con la famiglia e con l’ambiente circostante, il matrimonio, il divorzio, la vecchiaia, la solitudine.

Ma leggendo in rete le reazioni a questo Nobel, direi che sono in buona compagnia. E’ un’ autrice che non è tra le più conosciute in italia , anche perchè da noi i suoi lavori arrivano tardi. Se i suoi primi racconti sono del 1968 la traduzione italiana è solo del 2001 .

Ultimamente avrebbe dichiarato di non voler più scrivere, ma probabilmente la fama derivante da questo ambitissimo riconoscimento la porterà a pubblicare ancora qualcosa.

Intanto, per conoscerla, ecco un estratto di Le Lune di Giove (The Moons of Jupiter) (1982) – Einaudi, 2008, tratto da google Libri:

C’era la cugina Iris di Philadelphia. Infermiera. La cugina Isabel di Des Moines. Proprietaria di un negozio di fiori. La cugina Flora di Winnipeg, maestra; la cugina Winifred di Edmonton, ragioniera. Le signorine, le chiamavano. Zitelle era troppo restrittivo, non sarebbe bastato a definirle. Avevano petti poderosi e allarmanti – una massa unica, corazzata – e pance e didietro pieni e imbustati come quelli di ogni donna sposata. Al tempo pareva che, per un corpo femminile, dotato di una qualunque ambizione esistenziale, la tendenza giusta fosse lievitare e rimpannucciarsi fino al raggiungimento di una buona taglia cinquanta; poi, a seconda delle mire e del ceto, quel corpo poteva afflosciarsi in un budino tremulo e foderarsi di vestiti pallidi in tessuto fantasia e grembiuli umidi, o lasciarsi inguainare in stampi le cui curve immobili e le cui linee audaci non avevano alcuna pretesa di sensualità, e parecchie invece in fatto di diritti e di potere.
Mia madre e le sue cugine appartenevano alla seconda delle due categorie. Portavano busti allacciati di lato da decine di ganci e occhielli, calze che sibilavano ogni volta che, accavallando le gambe, facevano frizione, abiti da pomeriggio in jersey di seta (quelli di mia madre, smessi da una delle cugine), cipria (tinta rachel), fard compatto, acqua di colonia, pettini in tartaruga o imitazione-tartaruga tra i capelli. Senza questo armamentario non erano nemmeno immaginabili, se non quando si fasciavano fino al mento in vestaglie di raso imbottito. Per mia madre non era facile mantenere quello stile: ci voleva ingegno, perseveranza, disciplina ferrea. Per il plauso di chi? Suo

Le lune di Giove

Einaudi

In queste storie Alice Munro racconta di donne alle prese con una relazione sentimentale difettosa – una relazione più precisamente il cui immancabile difetto si va in quel momento manifestando o si è già manifestato – e del loro tentativo di affrontarla senza illusioni ma contemporaneamente senza cinismo con una conoscenza antica che però non vuole rinunciare al privilegio di farsi sorprendere appena un po’. Donne caparbie spiritose amare sempre lucidissime creature di un’autrice che non svia mai lo sguardo da ciò che pulsa e vive.

9.00EUR

Nobel per la letteratura 2013: Alice Munro ultima modifica: 2013-10-10T13:07:20+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Un saluto a Gabriel Garcia Marquez, che oggi ci ha lasciato a 87 anni. Marquez,
Su molti blog in questi giorni ho letto il titolo "Paulo Coelho invita a piratare
Oggi è la giornata della campagna contro l' IVA differenziata tra libri cartacei ed ebook.
Saverio Lodato è un giornalista italiano che tratta spesso il fenomeno della mafia sia per
Il primo capitolo è quasi sempre un'introduzione . Serve a catapultare il lettore in un

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?