Mr Gwyn

Mr GwynAlessandro Baricco non racconta storie, ma racconta personaggi e la vita e le manie personali diventano esse stesse storie .

Esattamente come il personaggio che da il titolo al romanzo, di cui viene narrata la vita e la sua volontà di scrivere la storia delle persone.

Mr Gwyn è uno scrittore di grande talento con all’attivo un numero risicato di pubblicazioni, ma dal grande successo .

Persona schiva e riservata è infastidito dal successo che gli hanno reso i suoi romanzi, dal fatto di essere riconosciuto per strada e di suscitare aspettative nei suoi lettori tanto che decide di non scrivere mai più.

Lo dichiara pubblicamente in un articolo giornalistico e nonostante non venga preso molto sul serio è fermamente convinto di non scrivere più un solo libro.

Si prende una lunga pausa dal lavoro e dalle impellenze della vita fino a che decide che sia giunta l’ora di prendere una nuova strada.

Ma la ricerca del suo nuovo mestiere è per lui come comprare un abito, deve essere tagliato su misura per lui, deve farlo sentire bene. Per Mr Gwyn ciò che farà corrisponde a ciò che sarà.

Un giorno decide che lui sarà un copista, qualsiasi cosa significhi, solo perchè la parola gli suona bene e se la vede bene addosso.

La cosa più vicina ad essere un copista è il ritrattista, ma Mr Gwyn non sa dipingere. Lui sa scrivere, e bene, quindi lui scriverà ritratti .

E’ un’idea piuttosto astratta, nessuno capisce cosa vuol dire scrivere ritratti, neanche Mr Gwyn che deve dare forma alla sua idea.

Ci riuscirà, accompagnato in questa nuova forma d’arte dalla amorevole Rebecca che riuscirà ad entrare nei meccanismi mentali di Mr Gwyn, assecondandone gli umori e supportandolo in ogni bisogno .

Mr Gwyn racconterà così la vita delle persone disposte a mostrarsi, moralmente e letteralmente, nude di fronte a lui.

Piccola curiosità: il libro chiude con un riferimento a Smith&Wesson e contiene una citazione da cui sarà tratto poi tre volte all’alba (entrambi di Baricco naturalmente).

— un paragrafo significativo —

Sapeva che avrebbe potuto guardarla a lungo, senza soggezione, senza desiderio, e senza annoiarsi mai.

– Rebecca, sì, la stagista.

Tom scoppiò in una risata.

– Ehi, Jasper, abbiamo un debole per le grassottelle?

Poi si girò verso Lottie.

– Senti questa, a Jasper piace Rebecca.

In sottofondo si sentì la voce assonnata di Lottie che diceva Rebecca chi?

– Jasper, fratellone, tu non la finisci mai di sorprendermi.

– Potresti smetterla un attimo con queste battute da caserma e starmi ad ascoltare?

– D’accordo.

– È una cosa seria.

– Ti sei innamorato?

– È una cosa seria nel senso che è una cosa di lavoro.

Tom si infilò gli occhiali. Nella circostanza era il suo modo di aprire l’ufficio.

– Ti ha convinto a fare le scene dei libri che non

scriverai mai? L’ho detto che era in gamba, quella.

– No, Tom, non è per quella storia. Avrei bisogno di lei per un mio lavoro. Ma non quello.

– Prenditela pure. Purché tu torni a scrivere, a me va bene.

– Non è così semplice.

– Perché?

– Voglio fare a lei il mio primo ritratto. Sai quella faccenda dei ritratti?

—la presentazione ufficiale —

Jasper Gwyn è uno scrittore. Vive a Londra e verosimilmente è un uomo che ama la vita. Tutt’a un tratto ha voglia di smettere. Forse di smettere di scrivere, ma la sua non è la crisi che affligge gli scrittori senza ispirazione. Jasper Gwyn sembra voler cambiare prospettiva, arrivare al nocciolo di una magia. Gli fa da spalla, da complice, da assistente una ragazza che raccoglie, con rabbiosa devozione, quello che progressivamente diventa il mistero di Mr Gwyn. Alessandro Baricco entra nelle simmetrie segrete di questo mistero con il passo sicuro e sciolto di chi sa e ama i sentieri che percorre. Muove due formidabili personaggi che a metà romanzo si passano il testimone, e se a Mr Gwyn tocca mischiare le carte del mistero, la ragazza ha il compito di ricomporne la sequenza per arrivare a una ardita e luminosa evidenza.

Mr GwynClicca sulla copertina per acquistarlo online sul sito LaFeltrinelli.it

Mr Gwyn ultima modifica: 2015-09-19T12:40:58+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
E' lo stesso Baricco nella prefazione a raccontare come è nato questo libro . Nel
Divertente, frizzante, godibilissimo . Il racconto di Baricco Smith & Wesson è scritto in forma
Devo premettere che io sono un fan di Selvaggia Lucarelli, mi piace molto la sua
La maestra Prendiluna sogna il suo gatto Ariel, che le affida una missione: salvare il
Questa volta Grisham ci propone non uno, ma tre romanzi, o meglio Il caso Fitzgerald

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?