Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte

lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte - Mark HaddonLo strano caso del cane ucciso a mezzanotte è un bell’enigma.

Non perchè sia un giallo, non lo è nonostante nella presentazione si legga “Questo è un giallo diverso da tutti gli altri” ed il titolo che richiama alla stile di Conan Doyle e Sherlock Holmes. In realtà non ha nessuna caratteristica del genere letterario identificabile come giallo .

E’ un enigma classificarlo nella sua giusta collocazione .

L’autore Mark Haddon viene presentato come scrittore ed illustratore di libri per ragazzi . Ma il testo forse nasconde dei sottintesi troppo complicati per i ragazzi e allo stesso tempo è un testo troppo semplicistico per un lettore adulto .

E’ un enigma definirlo tra le definizioni canoniche dei libri: non è un giallo abbiamo detto, non è un romanzo, non è un racconto, non è un saggio . E’ un libro semplicemente, che racconta una storia, da cui però è difficile trarre una morale .

Christopher Boone è un ragazzo di 15 anni, autistico . Quello che leggiamo dovrebbe essere la sua particolare versione di un libro dove racconta qualche settimana della sua vita che inizia con la scoperta del cadavere di un cane nel giardino della vicina di casa, che avrà grandi ripercussione nella sua difficile vita privata.

Tra giorni di scuola e timorosi rapporti con gli estranei, ci viene raccontato il particolare punto di vista del mondo da parte di un ragazzo autistico, con le sue paure, i suoi sogni ed i suoi illogici comportamenti e manie . I colori che gli indicano l’umore della giornata, i rumori che lo innervosiscono, il contatto umano che lo terrorizza, un amore sincero per gli animali e per le regole .

Sarebbe interessante se leggessimo davvero i sentimenti e le paure di un ragazzo autistico. Invece ciò che leggiamo è solo la parodia della vita di un ragazzo autistico, con la pretesa di descrivere ciò che nessuno mai potrà conoscere con certezza .

Nonostante sia un argomento coraggioso da affrontare, sicuramente descritto con molta originalità, è insufficiente sia come impostazione del testo che nello sviscerare i veri problemi che deve affrontare un ragazzo con difficoltà sociali .

—un paragrafo significativo —

Decisi che avrei scoperto chi aveva ucciso Wellington, anche se mio padre mi aveva ordinato di non ficcare il naso negli affari degli altri.

Perché non faccio sempre quello che mi dicono di fare.

Perché quando qualcuno mi dà degli ordini, di solito sono cose che mi confondono e che non hanno nessun senso.

Per esempio quando dicono «Sta’ zitto», ma non specificano per quanto tempo devi stare zitto. Oppure se su un cartello vedi NON CALPESTARE IL PRATO, in realtà dovrebbe esserci scritto NON CALPESTARE IL PRATO INTORNO A QUESTO CARTELLO oppure NON CALPESTARE IL. PRATO DI QUESTO PARCO, perché invece ci sono molti prati su cui si può camminare.

La gente non rispetta mai le regole. Mio padre per esempio va a piú di 9o chilometri all’ora nelle strade dove non si devono superare i 90 chilometri all’ora, e qualche volta guida dopo aver bevuto e spesso non si mette la cintura di sicurezza quando prende il furgone. E nella Bibbia si legge Non uccidere, ma ci sono state le Crociate e due Guerre Mondiali e la Guerra del Golfo e in ognuna di queste guerre dei Cristiani hanno ucciso dei loro simili.

E poi non lo capisco, quando dice « Non ficcare il naso negli affari degli altri», perché non so cosa sono gli « affari degli altri»; io faccio un mucchio di cose con «gli altri», a scuola, nel negozio e sul pulmino, e il suo lavoro consiste nell’andare a casa di altre persone e riparare i loro scaldabagni e l’impianto di riscaldamento. Anche questo vuol dire farsi gli affari degli altri.

— la presentazione ufficiale —

Christopher è un quindicenne colpito dal morbo di Asperger, una forma di autismo. Ha una mente straordinariamente allenata alla matematica ma assolutamente non avvezza ai rapporti umani: odia il giallo, il marrone e l’essere sfiorato. Ama gli schemi, gli elenchi e la deduzione logica. Non è mai andato più in là del negozio dietro l’angolo, ma quando scopre il cane della vicina trafitto da un forcone capisce di trovarsi di fronte a uno di quei misteri che il suo eroe, Sherlock Holmes, era così bravo a risolvere. Inizia così a indagare…

lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte - Mark Haddon Clicca sulla copertina per acquistarlo online, versione cartacea ed ebook.

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte ultima modifica: 2015-07-11T12:58:42+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Devo premettere che io sono un fan di Selvaggia Lucarelli, mi piace molto la sua
La maestra Prendiluna sogna il suo gatto Ariel, che le affida una missione: salvare il
Questa volta Grisham ci propone non uno, ma tre romanzi, o meglio Il caso Fitzgerald
Benjamin Malaussène, capro espiatorio per definizione e professione, in realtà è un amante della tranquillità.
Il commissario Montalbano è molto infastidito da quello che sta succedendo a Vigata. Una troupe

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?