L’assassino

l'assassino di Georges SimenonHans Kuperus è un assassino . Un assassino a sangue freddo , che stava preparando il suo gesto da un anno . Dal momento in cui  ha ricevuto una lettera anonima con la quale ha appreso del tradimento di sua moglie . Da quel momento la rabbia cresce in lui fino a trovare il coraggio di compiere un gesto senza ritorno: un duplice omicidio ed il suo suicidio .

Sua moglie e il suo amante sono morti , lui contrariamente ai suoi piani non ha nessuna intenzione di uccidersi. Un piano vero e proprio non esisteva, anzi molto è lasciato al caso, ma ne esce il delitto perfetto. Sospetti si, ma prove nessuna. Lui che viveva la sua vita in modo fin troppo ordinario e ripetitivo assapora una nuova vita ed una nuova considerazione di se stesso dal momento che ha ucciso la moglie e il suo amante .

Certo potrebbe essere accusato , prima o poi , ma fino ad allora può assaporare il suo successo e godere del turbamento degli altri . E con il suo nuovo stile sicuro di se riconquistare il suo rango nella società .

L’ inevitabile punizione della legge, a tratti temuta, non arriva e  il duplice omicidio resta irrisolto. Kuperus resta solo con se stesso e con la sua coscienza, deve tenere tutto per sé .

La routine della sua vita si mescola con il sospetto che ora porta addosso come un vestito . Non è chiaro se si tratta di immaginazione, o se la gente si comporta verso di lui in modo diverso adesso . Il divario tra lui e il suo prossimo è ogni giorno più grande e cerca di capire cosa si nasconde dietro ogni sguardo e dietro ogni frase che forse sente davvero, forse no .

Si tratta di un romanzo criminale di Georges Simenon senza Maigret ma il Commissario non manca. Creato nel 1937 , ha la forma molto moderna di un thriller psicologico. Non ci si rende conto dell’ anno in cui è stato scritto questo romanzo se non sulla base dei luoghi e le descrizioni della vita quotidiana ed altre circostanze. Potrebbe essere stato scritto nel 2013 e avrebbe lo stesso successo.

— un paragrafo significativo

Chissà se Neel era a conoscenza della relazione di sua moglie. Quando era rincasato la sera prima, meravigliandosi lui per primo della naturalezza con cui si era calato nella parte, le aveva chiesto: «La signora è già a letto?».
In effetti, era normale supporlo!
«La signora non è in casa» aveva risposto la domestica.
«Come non è in casa?».
«Credo che abbia ricevuto un telegramma da Leeuwarden… Sua zia sta molto male…».
«E quando conta di tornare?».
«Ha detto che rientrerà domani…».
Ma lui sapeva che non sarebbe rientrata, e forse a Neel era bastato guardarlo per immaginare ciò che stava per succedere. Tant’è vero che aveva mormorato:
«Posso tornare a letto?».
«Prima portami una tazza di tè in camera…».
E dire che nei tre anni in cui lei aveva vissuto con loro Kuperus – nonostante venisse colto da vampate di desiderio ogni volta che restavano soli – non aveva mai osato nemmeno sfiorarla! La credeva una ragazza perbene, addirittura illibata!
«Non andartene subito…» sussurrò quando lei ebbe posato il tè sul comodino. «Avvicinati… Non aver paura…».
«Oh, non ho paura…».
Certo che no! Non era la prima volta! Lui invece era nervoso, non solo per via di Neel, ma anche per tutto il resto. Ne aveva motivo, eccome! E questo si traduceva in una smania che Neel aveva commentato in maniera inattesa e singolare:
«Caspita, che foga!».

Romanzi vol. 1

Georges Simenon

9788845919251

Language: italian. Il volume, ricalcando l’edizione della Pléiade che ha celebrato il centenario della nascita di Simenon, presenta una raccolta di dieci romanzi, fra cui uno inedito. Fra essi, tutti pubblicati fra il 1931 e il 1947, due appartengono alla serie delle inchieste del commissario Maigret, gli altri otto a quella dei “romanzi-romanzi”, compreso l’inedito “La casa sul canale”. La raccolta presenta, quindi,: “Il cavallante della ‘Providence'”, “Il caso Saint-Fiacre”, “Il fidanzamento del signor Hire”, “Colpo di luna”, “La casa sul canale”, “L’uomo che guardava passare i treni”, “Il borgomastro di Furnes”, “Gli intrusi”, “La vedova Couderc” e “Lettera al mio giudice”.

60.0EUR

L’assassino ultima modifica: 2013-11-23T18:08:56+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Devo premettere che io sono un fan di Selvaggia Lucarelli, mi piace molto la sua
La maestra Prendiluna sogna il suo gatto Ariel, che le affida una missione: salvare il
Questa volta Grisham ci propone non uno, ma tre romanzi, o meglio Il caso Fitzgerald
Benjamin Malaussène, capro espiatorio per definizione e professione, in realtà è un amante della tranquillità.
Il commissario Montalbano è molto infastidito da quello che sta succedendo a Vigata. Una troupe

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?