La svolta

la svoltaPer i fans del detective Bosch è un po’ strano sentire parlare di lui in terza persona.

Con La svolta infatti, anche se Harry è uno dei protagonisti, la storia è raccontata dal suo fratellastro avvocato, Mickey Haller .

Pertanto in questa storia che intreccia l’aula del tribunale con le indagini sul campo (non molte) Mickey parla di sè in prima persona e racconta di ciò che nel frattempo capita a Harry in terza persona.

Ad unirli in questa avventura un cold case, un caso freddo, l’assassinio di una bambina per cui l’unico colpevole è già dietro le sbarre.

Ma un cavillo giudiziario, uno dei tanti dai quali nascono filoni di romanzi statunitensi, rischia di far tornare in libertà l’assassino, che dovrà essere sottoposto ad un nuovo processo.

Le vecchie prove non bastano più, quindi il detective Bosch è chiamato a rispolverare un po’ il caso, oltre che a proteggere i testimoni dell’accusa.

Accusa sostenuta da Haller, che abbiamo conosciuto in altre storie di Connelly, come avvocato difensore. Ma a quanto pare la legislazione americana permette di chiamare a sostenere la figura del pubblico ministero chi non è proprio di questa carriera, e per il caso sotto l’attenzione dei media c’è bisogno di una figura esterna alla procura .
Ad unire, a volte a dividere, i due fratellastri la ex moglie di Haller, lei pubblico ministero in piena carriera, la ex ragazza di Harry, il profiler dell’FBI Rachel Walling, le due cugine che non si sono mai conosciute, figlie del detective e dell’avvocato.

Tanta famiglia in questo romanzo quindi, ma i legami affettivi non prendono mai la scena, che si svolge piuttosto in aula, a stupirci ancora una volta dell’assurdo funzionamento dei processi nella giustizia americana.

L’intreccio del lato investigativo e quello processuale funziona un po’ alla Law&Order televisiva e Connelly probabilmente ha ottenuto un buon risultato che lo porterà a ripetere l’esperienza.

La collocazione del suo personaggio principale, Hieronymus Bosch, in una vita che ha dei contorni ben precisi ha avuto inizio già da qualche romanzo della saga, con continui riferimenti ad esperienze di cui abbiamo già letto . Adesso Bosch è un personaggio un po’ più da serial televisivo rispetto al burbero detective che abbiamo conosciuto in uomini e topi.

——— un paragrafo significativo

La porta si spalancò. Harry Bosch entrò di schiena reggendo due scatoloni.
«Scusate il ritardo.»
Posò i cartoni sul tavolo. Mi accorsi che il più grosso proveniva dagli archivi del materiale probatorio. Immaginai che in quello più piccolo ci fossero i dossier della prima indagine.
«Ci hanno messo tre giorni a trovare tutto. Le prove erano sullo scaffale del 1985, invece che su quello del 1986.» Bosch guardò me, poi Maggie, quindi di nuovo me. «Mi sono perso qualcosa? C’è una guerra in corso?»
«Abbiamo scoperto di avere punti di vista opposti sulle tattiche processuali.»
«Non stento a crederlo.»
Harry prese una sedia. Era chiaro che aveva altro da dire. Aprì lo scatolone con il materiale sull’omicidio, ne estrasse tre dossier, li posò sul tavolo, poi mise il cartone per terra.
«Ecco, Mick, visto che siamo in tema di divergenze… Avreste dovuto dirmi alcune cose prima di tirarmi dentro a questa piccola soap opera.»
«Quali cose, Harry?»
«Per esempio che tutta questa faccenda ha a che fare con i soldi e non con l’omicidio.»



promo 10o20film_250x250


——La Trama ufficiale
Mickey Haller, avvocato della difesa da vent’anni, riceve dal procuratore della contea di Los Angeles l’insolita richiesta di guidare l’accusa in un caso di omicidio. Jason Jessap, dopo ventiquattro anni trascorsi in carcere per il brutale assassinio di una ragazzina, sta per essere scagionato grazie a un recente esame del DNA. Un caso che scuote l’opinione pubblica, abilmente manovrata da Clyve Royce, difensore di Jessap, che cerca di far passare il suo cliente per una vittima del sistema. Convinto invece della sua colpevolezza, Haller accetta l’incarico, ma vuole accanto a sé il detective Harry Bosch, per scovare le prove che consegnino definitivamente alla giustizia il criminale. Insieme, i due tenteranno di far luce su un caso dai complessi risvolti politici e personali. Perché entrambi, al momento, hanno una sola certezza: il killer ucciderà ancora.

La svolta ultima modifica: 2013-09-04T14:15:51+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Harry Bosch non è più in Polizia, non è più un detective. Ha concluso la
Cosa fa un qualsiasi impiegato quando gli mancano pochi mesi alla pensione ? Inizia ad
Nei processi americani il Giudice è lo stretto controllore delle regole, che si assicura che
Dopo aver letto della vita privata di un poliziotto innamorato di un paese straniero, questa
Il detective Bosch ormai è un veterano della polizia, con anni di esperienza nei vari

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?