La caduta

la caduta Michael ConnellyIl detective Bosch ormai è un veterano della polizia, con anni di esperienza nei vari settori dell’indagine ed adesso in attesa di pensionamento nella sezione cold case, i casi irrisolti .

In effetti inizia ad avere una certa età per il mestiere di poliziotto sul campo e fare il poliziotto da dietro la scrivania non gli dispiacerebbe, continuamente distratto dai pensieri di padre apprensivo per la figlia adolescente ed il tentativo, all’ultima spiaggia, di crearsi una vita sentimentale .

Ma l’esperienza di Bosch non è una cosa a cui si possa rinunciare facilmente e quando il caso diventa veramente importante, viene temporaneamente sollevato dal suo incarico tranquillo ai casi freddi ed insieme al suo collega Chu incaricato di indagare sulla morte di Irving .

Irving è il nemico interno alla polizia di sempre, che abbiamo incontrato in più di un romanzo di Connelly, ma il morto non l’ex capo della polizia adesso politico, ma il figlio .

E’ un caso delicato dove più che la diplomazia, che Bosch assolutamente non possiede ed è risaputo, è importante assodare la verità senza ombra di dubbio e, questo si, è tra le capacità del detective.

 Non è un caso semplice, Bosch riesce a cogliere gli indizi e le possibili diramazioni del caso dove gli altri vedevano con certezza il suicidio, ma la difficoltà del caso intacca la sicurezza del detective che inizia a pensare che per lui sia veramente arrivato il momento della pensione.

Ma non è l’intuizione quella che inizia a mancare al poliziotto, quanto la passione. Se prima Bosch viveva solamente per il lavoro, adesso nei suoi pensieri prende sempre più posto la sua giovane figlia e Bosch pensa che forse sia arrivata l’ora di dedicarsi completamente a lei.

Gli scambi di messaggini tra i due rendono più umano il personaggio rude e spiccio di tanti romanzi polizieschi, e per questo forse più vero.

Un bel romanzo, un poliziesco come si deve, dove emerge come sempre la capacità di Connelly di creare il giusto intreccio di trama che rende interessante la storia fino all’ultima pagina.

— un paragrafo significativo —

Maddie premette il pulsante e in silenzio guardarono sullo schermo Irving che si registrava davanti ad Alberto Galvin, l’addetto alla reception nel turno di notte. Subito dopo comparve un altro cliente in attesa a sua volta di registrarsi.
Irving indossava il vestito che Bosch aveva visto nell’armadio della suite. Consegnò la carta di credito e Galvin stampò la ricevuta. Irving la firmò rapidamente con le sole iniziali e la restituì ritirando la chiave. Dirigendosi verso l’ascensore, uscì dalla visuale della telecamera. Galvin ripeté la procedura con il cliente successivo.
Il video confermava che Irving non aveva bagaglio con sé.
«Si è buttato.»
Bosch distolse lo sguardo dallo schermo per posarlo su sua figlia.
«Perché dici così?»
Manipolando sul laptop, lei ritornò indietro nel video fino al punto in cui Galvin passava la ricevuta a Irving. Da lì riprese la registrazione.
«Guarda,» gli disse «non controlla nemmeno. Firma dove l’impiegato gli dice di firmare.»
«E allora?»
«In genere uno controlla il conto per non essere imbrogliato, ma lui no, non lo guarda neanche. Anche se il conto fosse alterato, a lui non interessa.»
Bosch fissò il video. Sua figlia aveva ragione, ma non bastava. Però era orgoglioso dell’interpretazione che ne aveva dato. Si era già accorto che aveva delle capacità di osservazione molto spiccate. Le chiedeva spesso quello che ricordava dei diversi luoghi in cui erano stati e Maddie lo sorprendeva sempre, dimostrando di avere colto più cose di quante si fosse aspettato.

— la presentazione ufficiale —

La caduta – Michael Connelly

È difficile arrendersi al fatto che il tempo dell’azione, delle responsabilità, della vita attiva sia finito. Soprattutto per un uomo come Harry Bosch, che ha sempre considerato il lavoro una missione. E ora che davanti a sé ha solo tre anni prima della pensione, il suo attaccamento si fa ancora più intenso, tanto da fargli vivere con ansia i giorni che precedono il momento in cui, nell’unità a cui appartiene, vengono assegnati i casi. E questa volta, di casi, gliene vengono affidati ben due. Il primo riguarda un maniaco sessuale di ventinove anni, il cui dna combacia con quello ritrovato sul cadavere di una ragazza uccisa ventun anni prima, quando lui di anni ne aveva solo otto. Come è possibile che il suo dna sia finito sul corpo della vittima? E, escludendo che il delitto sia stato commesso da un bambino, chi è il vero assassino? Ma quella stessa mattina Bosch e il suo partner vengono convocati su una nuova scena del crimine. Il figlio di un uomo politico che in tempi passati era stato vice capo della polizia e acerrimo nemico di Bosch, è stato trovato morto sul marciapiede sotto uno dei più famosi alberghi di Los Angeles, il Chateau Marmont. Suicidio o omicidio? È quello che Bosch dovrà scoprire. Nel corso delle indagini Bosch capirà che i due casi sono strettamente legati, come la doppia elica del dna, e che, sotto una superficie di per sé allarmante, si nascondono risvolti impensabili e raccapriccianti.

la caduta Michael Connelly

La caduta ultima modifica: 2014-12-08T17:07:34+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Harry Bosch non è più in Polizia, non è più un detective. Ha concluso la
Cosa fa un qualsiasi impiegato quando gli mancano pochi mesi alla pensione ? Inizia ad
Nei processi americani il Giudice è lo stretto controllore delle regole, che si assicura che
Dopo aver letto della vita privata di un poliziotto innamorato di un paese straniero, questa
Un avvocato si adatta alla situazione economica del paese e va a caccia di famiglie

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?