Il Brigante

il brigante - Marco vichiMa quanti anni ha il brigante ?

I racconti delle sue macabre gesta si raccontano da decenni ed affondano nella memoria dei più anziani .

Da quanto tempo l’uomo è diventato leggenda ? Da quanto tempo dissemina cadaveri per il Granducato di Toscana, impunemente ?

Il brigante non risparmia nessuno, sotto la sua lama possono passare ricchi e poveri . Le donne si salvano, ma non sempre e chi non viene ucciso viene comunque marchiato con una croce in fronte come censimento. Una volta hai incontrato il brigante, la prossima potrebbe essere l’ultima .

In una notte tempestosa, quattro uomini trovano rifugio dal maltempo in una locanda lontana dalle strade più frequentate.  Prima di loro è arrivato alla locanda proprio il brigante, che dorme silenzioso ed immobile sopra una panca .

Tutti sanno chi è, ognuno vorrebbe fuggire lontano, ma la tempesta proprio non lo consente.

Così i quattro uomini seduti intorno ad un tavolo, con l’aiuto di molto vino, iniziano a raccontare le loro vite disgraziate, sollecitati dal fatto che qualsiasi cosa abbiano fatto apparirà veniale al confronto delle gesta dell’uomo che dorme li vicino e che pur apparentemente indifeso, incute terrore.

A turno parlano e raccontano l’episodio chiave della loro vita, che li ha segnati ed ha segnato la vita delle loro famiglie. Tutti poveri, tutti con scarse prospettive, non hanno lasciato che fosse il destino a guidare la loro vita, ma hanno deciso una svolta e quasi mai si è trattato di una giusta decisione.

L’unico filo conduttore nei racconti delle gesta del brigante e dei quattro avventori dell’osteria è la voglia di riscatto dalle classi sociali più basse senza che vi sia possibilità di cambiare realmente vita se non attraverso un fatto deflagrante ed eccezionale.

Questo testo di Marco Vichi, che si prende una pausa dalle avventure del commissario Bordelli, è piacevole e appassionante . Mi aspettavo che a fine serata il brigante offrisse una sua versione della storia, che cercasse comprensione o redenzione, ma questo non è un libro buonista. Il brigante è veramente cattivo, un assassino ciò che si racconta è la sua vita.

— un paragrafo significativo —

Dopo quei fatti nessuno era più riuscito a vedere in faccia Frate Capestro, ma i suoi delitti e le sue rapine continuarono come e più di prima. Che ci fosse il Granducato o il Regno d’Etruria, i francesi o gli Asburgo Lorena, lui non cambiò mai le sue abitudini. Per la sua vita non faceva nessuna differenza chi governasse lo Stato. Attraversò
quegli anni andando dritto per la sua strada insanguinata. Le autorità di turno poterono solo sperare che il brigante, prima o poi, morisse di vecchiaia. Solo questa speranza era rimasta, e nient’altro. Dopo decenni di imprese, ormai quel demonio doveva avere i suoi anni. Qualcuno ogni tanto cercava di fare il conto basandosi sui suoi primi delitti, ma veniva fuori un numero troppo alto, che non poteva essere. C’era addirittura chi diceva che le scellerataggini del Frate fossero passate di padre in figlio, altri invece giuravano che il brigante avesse venduto l’anima per rimanere eternamente giovane.

— la presentazione ufficiale —

In una notte flagellata da un forte temporale, quattro uomini si ritrovano per caso seduti allo stesso tavolo di una taverna sperduta sui monti dell’Appennino pistoiese. Ma spesso il caso non è altro che una delle vesti che usa il destino per celarsi agli uomini: a pochi passi da loro, infatti, dorme sdraiato sopra una panca davanti al fuoco un mitico e sanguinario brigante, Frate Capestro. Nessuno sembra fare caso a lui. Ma la notte è lunga, e bevendo vino i quattro uomini raccontano a turno alcuni episodi delle loro vita: tutti hanno qualcosa da nascondere, nella memoria di tutti giacciono colpe taciute e mai veramente espiate. Il brigante li ascolta in silenzio. E si prepara all’arrivo dell’alba, quando tutti dovranno finalmente fare i conti con lui e con il loro passato.

il brigante - Marco vichiVuoi acquistarlo online ? Clicca sulla copertina ed acquistalo su Feltrinelli-it .

Il Brigante ultima modifica: 2015-08-16T09:34:35+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Il commissario Bordelli è ad un punto morto . Un ragazzino è scomparso nel nulla
E' la prima volta che incontro il commissario Bordelli. Questa premessa è importante prima di
I migliori di noi racconta di un gruppo di amici che conducono una vita tranquilla
Grisham ci racconta ancora una volta una storia con protagonisti degli avvocati, ma molto diversa
Harry Bosch non è più in Polizia, non è più un detective. Ha concluso la

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?