I segreti di Gray Mountain

I segreti di Gray MountainI temi di I segreti di  Gray Mountain sono due, molto cari a Grisham .

Il primo tema, sviscerato nei romanzi precedenti da ogni angolazione, tanto che se come me avete letto tutti i romanzi del re dei legal-thriller vi sembrerà un po’ ripetitivo, è la critica ai grandi studi legali degli Stati Uniti, con centinaia di associati, con l’unico scopo di fare soldi, con parcelle da milioni di dollari e giovani avvocati rampanti che lavorano giorno e notte con il solo scopo di diventare un giorno associati con la referenza del loro monte ore fatturato.

In questi mega studi il lavoro dell’avvocato in carriera consiste nel preparare documenti perfetti, che sfruttino a proprio favore tutti i cavilli che la legge permette, anche interpretandoli nella direzione voluta, aggirando metodicamente quelli sfavorevoli .  Il cliente, di solito una ricca multinazionale, chiede un risultato e lo studio fattura i minuti a centinaia di dollari l’uno per fornirlo. Non ci sono altre opzioni .  Ed il giovane avvocato viene sfruttato più che per i suoi freschi studi per il vigore e l’energia che la sua giovane età e l’ambizione permettono di tradurre in ore lavoro .

L’altro tema è ambientalista- ecologico e molto interessante: lo sfruttamento da parte delle compagnie del carbone delle risorse naturali in modo irresponsabile .

Durante la lettura del romanzo ho avuto il desiderio di documentarmi maggiormente circa lo stripe-mine, verificando che il racconto di Grisham, nonostante la voglia di enfatizzare il problema, è reale e documentato .

Lo stripe-mine è la tecnica di estrazione del carbone per cui invece di scavare le miniere sotto le montagne, in gallerie, affronta la montagna dall’alto sgretolandola fino alla vena di carbone, con conseguenze sull’ambiente e sulla salute delle comunità delle zone circostanti  incalcolabili .

Samantha, a causa della crisi finanziaria del 2008, si trova in aspettativa dal suo poco amato lavoro con una big-law, uno dei grossi studi che descrivevo, nel ramo dell’investimento immobiliare, e avvia un praticantato presso un piccolo studio di avvocati pro-bono di una zona rurale nella zona degli Appalachi, Virginia, con seri problemi legati alle industrie del carbone .

Samantha scopre subito la differenza tra il grande ed il piccolo studio legale, dove da una parte si sceglie la clientela per quanto può pagare e dall’altra per la serietà dei problemi per cui chiedono aiuto .

Aiutare la gente, aiutare le persone per Samantha diventa ben presto più appagante che offrire alle grandi aziende ciò che chiedono .

Donovan, Mettie, Jeff sono grandi maestri per quanto riguarda tutte le conseguenze di una estrazione aggressiva come lo stripe-mine, che arrivano ben più lontano del semplice problema ambientale e i nuovi clienti insegnano a Samantha, che comunque arriva da una famiglia privilegiata, quanto sia dura la vita degli emarginati dalla società.

Quando l’argomento carbone e conseguenze su ambiente e comunità sembra abbastanza sviscerato, arriva il colpo di scena di Grisham, che non anticipo perchè è uno spoiler troppo grande, che pur mantenendo il tema, offre alla trama del romanzo una direzione inaspettata.

— un paragrafo significativo —

Un camion degli esplosivi, pale meccaniche, un escavatore a benna trascinata, camion da miniera e da trasporto, ruspe. Le sue conoscenze si stavano ampliando. Notò, in piedi accanto a un ufficio, un caposquadra che sforzava la vista per seguire l’aereo.
«Lavorano anche di sabato, eh?» domandò.
Donovan annuì. «A volte anche sette giorni la settimana. I sindacati sono spariti.»
Raggiunsero i novecento metri e tornarono in assetto orizzontale. «Adesso siamo in Kentucky, diretti a ovest e poi a nord.» Se non fosse stato per le cuffie, avrebbe dovuto strillare per sovrastare il ruggito del motore. «Guarda giù. Troppe per poterle contare.» Le strip mines, decine per quello che poteva vedere Samantha, punteggiavano le montagne come brutte cicatrici. Ne sorvolarono molte. Tra l’una e l’altra, Samantha notò vaste aree aperte con chiazze d’erba e qualche alberello. «Quello cos’è?» domandò, indicando davanti a sé. «Quell’area piatta senza alberi?»
«Una vittima, un sito bonificato dove prima c’era una strip mine. Quella era Persimmon Mountain, altezza settecentocinquanta metri. Hanno rimosso la cima, hanno estratto il carbone e poi hanno cominciato le operazioni di bonifica e ripristino. La legge impone che alla fine il sito riacquisti “approssimativamente il profilo originale”. Sono le parole chiave, ma come fai a ricostruire una montagna che non c’è più?»

— la presentazione ufficiale —

Samantha Kofer, giovane e promettente avvocato associato da tre anni del più importante studio legale di New York, ha davanti a sé una brillante carriera, o almeno così crede. Ma è il 2008 e con l’esplosione della crisi finanziaria, le cui ripercussioni in tutto il mondo sono ben note, moltissimi professionisti restano senza lavoro.
Gli istituti bancari, gli hedge fund e i grandi studi legali ridimensionano drasticamente spese e personale. E così, ad appena due settimane dal crollo di Lehman Brothers, Samantha perde il suo lavoro, la sua sicurezza e il suo futuro. Al tempo stesso, però, è anche una delle poche persone a cui viene offerta l’opportunità di lavorare gratuitamente per un anno in un piccolo studio di assistenza legale a Brady, una sperduta cittadina di 2200 anime sui monti Appalachi, in attesa di tempi migliori.
E’ un cambiamento di vita radicale. Samantha si ritrova infatti in un mondo lontano anni luce da quello in cui ha sempre vissuto, e grazie all’indomita Mattie Wyatt, capo della Mountain Legal Aid Clinic, e all’affascinante e misterioso nipote di lei, l’avvocato Donovan Gray, capisce subito cosa significa doversi confrontare con veri clienti e problemi reali. Ma soprattutto dovrà fare i conti con il torbido e pericoloso business dell’industria carbonifera, vera risorsa del paese. Un mondo in cui le leggi non vengono rispettate, la violenza è sempre in agguato e la terra stessa è minacciata. Perché ci sono segreti a Brady che avrebbero dovuto restare sepolti per sempre nelle montagne.
In questo nuovo appassionante legal thriller, John Grisham descrive gli spregiudicati retroscena di Big Coal e il costante pericolo a cui sono sottoposti le vite di chi vi lavora e l’intero ecosistema, raccontando la storia di una giovane donna coraggiosa, la prima protagonista femminile dai tempi del Rapporto Pelican.

I segreti di Gray Mountain

I segreti di Gray Mountain ultima modifica: 2015-01-19T18:18:35+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Questa volta Grisham ci propone non uno, ma tre romanzi, o meglio Il caso Fitzgerald
Grisham ci racconta ancora una volta una storia con protagonisti degli avvocati, ma molto diversa
Grisham fa un passo indietro e ci racconta gli esordi dell' avvocato canaglia, il personaggio
E' incredibile come Grisham riesca ad inventare tante storie sempre diverse legate ad avvocati, cause
Con l'ombra del Sicomoro torna il caro buon Grisham che conosciamo, quello in cui riesce

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?