Guida Galattica per gli Autostoppisti – lettura completa

Douglas Adams- guida galattica per gli autostoppisti

A metà lettura dei 5 romanzi che costituiscono l’opera completa di Douglas Adams Guida Galattica per gli Autostoppisti, ho pubblicato le mie prime impressioni su questo classico.

Adesso che ho terminato la lettura posso dare il mio personale giudizio definitivo.

Dico subito che il primo romanzo, quello che da il nome alla saga, è ancora fresco e divertente passati tanti anni dalla sua pubblicazione, ed è un peccato non averlo letto.

Guida Galattica per gli Autostoppisti ha già nel titolo la sua chiave di lettura. E’ un romanzo di fantascienza, con i protagonisti che viaggiano per il sistema solare ed anche avanti ed indietro nel tempo, su strane astronavi ed incontrando ogni genere di alieno. Ma è soprattutto un libro umoristico, e va giudicato secondo questo parametro, se è divertente o meno.

Come detto il primo volume è il migliore in assoluto, ma anche il secondo tiene abbastanza.

Il terzo capitolo La vita, l’universo e tutto quanto è un corpo estraneo rispetto al resto dell’opera. Va letto solo per carpire delle informazioni utili a seguire la trama dei successivi, e per qualche trovata divertente come l’astronave mimetizzata da problemi altrui che viaggia grazie ai complessi conti da fare per dividere la spesa al ristorante .

Per il resto la trama non scorre lineare, chiara ed avvincente come per i primi due capitoli.

Il quarto episodio, Addio e grazie per tutto il pesce, riprende un po’ lo stile narrativo originario ed è piacevole da leggere. Apre delle domande a cui solo in parte verrà data risposta nel quinto ed ultimo episodio. Questo capitolo è molto più incentrato sulle avventure di Arthur, tornato al momento inspiegabilmente sulla sua terra, in tutto e per tutto uguale a quella che aveva lasciato, salvo l’assenza inspiegabile dei delfini.

Il 5° episodio chiude il cerchio e torna all’umorismo che aveva caratterizzato i primi due romanzi.

Praticamente innocuo è divertente, ma soprattutto risponde a quasi tutti i quesiti rimasti aperti senza addentrarsi in spiegazioni troppo tecniche e fantascientifiche.

La forza dell’intero romanzo è nell’accettare che alcune cose esistano senza bisogno di giustificarle. Il viaggio nel tempo è prassi. punto. Non c’è bisogno di spiegare come si è arrivati a questa tecnologia. I combustibili delle astronavi sono più simili ad emozioni e stati d’animo che al petrolio ed accettiamo anche questo. Anzi è una delle idee più divertenti di tutta la guida.

In conclusione Guida Galattica per gli Autostoppisti lascia dietro di se la lettura di una storia divertente e un sacco di citazioni da trarne per fare bella figura e per non sentirsi spaesati quando, spesso, vengono richiamate.

Il senso della vita, dell’universo e tutto quanto ? 42, semplice .
L’origine della terra ? E’ stata costruita da …. su ordinazione di alcuni topini bianchi.
L’origine della vita ? Solo alcuni scarti di società di un lontano pianeta
La fine dell’universo ? La puoi seguire dal Ristorante al termine dell’universo con un show in replica tutte le sere.
Il miglior panino che potrai mai mangiare ? Quello con un Animale Perfettamene Normale.

un paragrafo significativo tratto da praticamente innocuo
I paesani avevano guardato costernati la donna avanzare sicura verso la capanna del Paninaio. Il Paninaio era stato inviato loro su un carro infuocato e fiammeggiante dall’Onnipotente Bob. Questo, almeno, aveva detto Thrashbarg, e Thrashbarg, in queste cose, era un’autorità. Almeno, così affermava di essere Thrashbarg, e Thrashbarg era… ecc. ecc. Non valeva certo la pena discuterne.

Alcuni si erano chiesti perché l’Onnipotente Bob avesse mandato lì il suo Paninaio unigenito su un carro infuocato e fiammeggiante, anziché su uno capace di atterrare senza distruggere metà foresta, spargere spettri in giro e addirittura ferire gravemente il Paninaio stesso. Il Vecchio Thrashbarg aveva replicato che era l’ineffabile volontà di Bob, e quando gli avevano chiesto cosa significasse

“ineffabile”, lui li aveva invitati a cercare nel vocabolario.

Un’impresa non facile, perché il Vecchio Thrashbarg possedeva l’unico dizionario del villaggio e non lo dava in prestito a nessuno. I paesani gli avevano chiesto perché non lo prestasse, e lui aveva risposto che non spettava loro conoscere la volontà dell’Onnipotente Bob, e quando loro gli avevano domandato perché, aveva sentenziato:

– Perché così dico io. – In ogni caso, un giorno in cui il Vecchio Thrashbarg era andato a fare una nuotata, qualcuno si era introdotto nella sua capanna e aveva guardato sul dizionario la parola

“ineffabile”. A quanto pareva, “ineffabile” significava “inconoscibile, inesprimibile, indicibile, cosa di cui non si deve sapere o parlare”.

Così quello aveva chiarito tutto.

Se non altro, i paesani potevano mangiare squisiti panini. Un giorno il Vecchio Thrashbarg aveva proclamato che l’Onnipotente Bob aveva stabilito che a lui Thrashbarg, toccasse scegliere per primo i panini. Gli abitanti del villaggio gli avevano chiesto quando avesse esattamente ricevuto tale annuncio, e Thrashbarg aveva risposto il giorno prima, mentre loro non guardavano. – Credete o bruciate! –

aveva esclamato.

Loro avevano scelto la via che sembrava più facile: lasciargli prendere per primo i panini.

E adesso questa donna che era comparsa dal nulla, era andata dritta alla capanna del Paninaio. Lui naturalmente era molto famoso, anche se era difficile capire fin dove si spingesse la sua fama, visto che, secondo il Vecchio Thrashbarg, non c’erano altri posti. In ogni modo, da qualunque luogo fosse venuta, molto probabilmente un luogo ineffabile, la donna adesso era nella capanna del Paninaio. Chi era?

 

—————–
Guida galattica per autostoppisti. Il ciclo completo

Mondadori

Il volume contiene il ciclo completo inaugurato dalla “Guida galattica per gli autostoppisti” che comprende “Il ristorante al termine dell’universo” “La vita l’universo e tutto quanto” “Addio e grazie per tutto il pesce” più un racconto inedito. Una gigantesca autostrada cosmica sta per essere costruita dalle parti del sistema solare. E una banale diramazione deve essere aperta proprio dove ora c’è la terra. Di conseguenza quel vecchio e inutile pianeta va rimosso. Lo viene a sapere Ford Perfect redattore extraterrestre in incognito che deve aggiornare la monumentale “Guida galattica per gli autostoppisti” il manuale che insegna ai turisti come destreggiarsi in un cosmo selvaggio di multinazionali e viaggi organizzati.

11.25EUR

2.9

1

Mondadori

Guida Galattica per gli Autostoppisti – lettura completa ultima modifica: 2014-05-19T14:38:00+00:00 da admin-Salvatore
dello stesso autore o stesso argomento
Nella realtà guida galattica per gli autostoppisti è, al pari di Fahreneit 451, il libro
Se avete visto la serie tv di Paolo Sorrentino "The Young Pope" e vi è
I migliori di noi racconta di un gruppo di amici che conducono una vita tranquilla
Grisham ci racconta ancora una volta una storia con protagonisti degli avvocati, ma molto diversa
Harry Bosch non è più in Polizia, non è più un detective. Ha concluso la

Lo hai letto ? O hai bisogno di qualche informazione in più ?